fine del mondoNegli ultimi giorni girano sul web informazioni, notizie, meme e quant’altro che affermano che il 21 giugno 2020 ci sarà la fine del mondo secondo il calendario Maya. Ma davvero dopo i mesi appena trascorsi, tra pandemia e proteste, ancora in atto, abbiamo bisogno di sentirci dire che l’apocalisse è vicina? La risposta è no, ma queste teorie piacciono e attirano l’attenzione sul web.

La notizia della fine del mondo secondo il calendario Maya non ci è nuova. Avevamo già avuto a che fare con la possibile apocalisse, prevista inizialmente per il 12 dicembre 2012. Come tutti sappiamo, così non è stato, e ora gira la voce che in realtà la fine del mondo sarebbe il 21 giugno 2020, ovvero questa settimana. La spiegazione viene data su Twitter da un account a nome dello scienziato Paolo Tagaloguin, che spiega appunto perché il calendario Maya sia stato interpretato male. Il problema è che l’account in questione è falso. Lo scienziato Tagaloguin esiste davvero ed è un biologo che non è legato in nessun modo ai Maya. I tweet che riportavano la notizia, ovviamente falsa e priva di alcun fondamento, sono stato nascosti insieme all’account.

Eppure una notizia palesemente non vera come questa è diventata subito virale e ha fatto il giro del mondo. Addirittura c’è chi ha provato a dare spiegazioni, come ad esempio il fatto che il cambio tra il calendario giuliano e gregoriano avvenuto nel 1582, abbia fatto perdere 11 giorni per ogni anno nell’interpretazione del calendario Maya, per un totale di 8 anni. In questo modo si è passati dal 12 dicembre 2012 al 21 giugno 2020.

Insomma, nonostante ogni tanto qualcuno ci provi ad affermare che la fine del mondo è vicina, siamo abbastanza sicuri che anche per questa volta continueremo a esistere dopo il 21 giugno 2020.

Voi cosa ne pensate? Avete una lista delle cose da fare prima dell’apocalisse?

Post correlati