Il world wide web

Finalmente si festeggia i 30 anni di world wide web, la più grande ragnatela mondiale. Questa rete ha avuto origine dal suo inventore, Tim Berners-Lee, fisico di origine britannica che ha lavorato al CERN di Ginevra tra gli Anni ’80 e gli Anni ’90 dello scorso secolo. Grande appassionato di informatica fin da piccolo, lo scienziato ha favorito la nascita del World Wide Web grazie a diversi progetti nati con lo scopo di mettere a sistema tutti i progetti di ricerca scientifica su cui lavorava lui e i suoi colleghi. Il World Wide Web  nasce come una sorta di raccolta interattiva di progetti scientifici.

30 anni di world wide web

Il world wide web, oggi..

Come abbiamo già accennato, la traduzione di World Wide Web è “ragnatela di grandezza mondiale” e aiuta a rendere l’idea di cosa sia il web. Si tratta, di fatto, di una collezione di contenuti (sia testuali che multimediali) chiamati ipertesti e collegati tra loro grazie a link e accessibili sfruttando le infrastrutture comunicative di Internet. Una ragnatela digitale, per l’appunto, che mette in collegamento testi, immagini e video più disparati, caricati da ogni parte del globo. Il cuore pulsante del web, anche oggi, sono dunque i link, che consentono agli utenti di spostarsi da un ipertesto all’ altro.

.. con i suoi problemi

Un mondo virtuale visto come una piattaforma aperta, in grado di permettere a tutti di condividere informazioni e collaborare superando barriere geografiche e culturali.

Lee, nonostante il grande successo, evidenza ancora dei grossi “limiti” come la perdita di controllo sui dati personali, la diffusione di notizie false (fake news), l’odio on line, propaganda terroristica come del resto tanti altri problemi.

In questi 30 anni il world wide web si è evoluto così tanto, e nonostante i suoi limiti continua a crescere e a renderci partecipi di questa grande rete globale.

 

 

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata