Curiosità sul web: Tre cose che sicuramente non sapevi.

Ciò che non ti aspetti dal “weird weird web”.

Per chi pensa di conoscere ogni curiosità sul web, c’è sempre qualche stranezza in agguato all’angolo.

Abbiamo qui tre succose curiosità per voi.

curiosità sul webPer esempio, lo sapete chi ha mandato la prima emoticon?

Tra le curiosità sul web, il primissimo sorriso digitale viene associato ad una mail di Kevin Mackenzie, risalente al 1979. Mackenzie inviò agli iscritti di Msg Group (una delle prime BBS) una mail in cui consigliava di inserire nei messaggi così freddi e impersonali, un qualche tipo di sentimento. Suggeriva di utilizzare un trattino e una parentesi per indicare una linguaccia. Gli smile ufficiali invece, come 🙂 , vennero proposti da Scott Fahlman, in un documento del 1982, per indicare quale frase fosse scherzosa, e quale no.

E lo spam? Quanti di noi continuano a cancellare mail su mail nella cartella dello spam. Pensate che su 247 miliardi di e-mail scambiate ogni giorno, l’81% è costituito da spam.

In termini storici il primissimo spam ha origine nel 1978, quando un pubblicitario all’avanguardia spedì un annuncio su un nuovo modello di computer e sistema operativo a circa 600 persone, e amministratori del precursore di Internet. Questo ovviamente fece inalberare i destinatari ma non ci volle molto prima che l’espediente fosse ripreso e moltiplicato all’inverosimile da ogni azienda di marketing. Il termine invece, proverrebbe da una scena comica del Monty Python, che riguardava un locale incapace di offrire altro che carne scadente in scatola, di marca “spam”.

E se le curiosità sul web non bastano, entriamo in argomenti piccanti: l’industria a luci rosse.

Sapevate che l’80% di TUTTE  le immagini pubblicate su internet è di natura pornografica. Il 12% di tutti i siti web visitati appartiene sempre all’ambiente hot e le ricerche di Google riguardanti l’argomento rappresentano un terzo di tutte le ricerche pubblicate sul web. 3 su 4 effettuate dal pubblico maschile ma le donne sono in aumento. Pornhub, uno dei siti più famosi nell’ambiente, ha registrato circa 21 miliardi di accessi nel 2015 e 75 GB di video scaricati in streaming ogni secondo.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata