La SEO è una delle attività più importanti per chi si occupa di web marketing ed è anche una delle più impegnative: se è fatta bene, il tuo sito sarà soggetto ad un traffico di qualità, se è fatta male, nessuno lo visiterà. La SEO fa parte di un mondo molto complicato, nel quale è complicato dimostrarsi competitivi. Complicato, ma non impossibile.

 

web marketing

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una buona ottimizzazione richiede il controllo su diversi elementi: il contenuto, le keywords, il social media, il link building… In più c’è da considerare il fatto che spesso Google cambia il suo algoritmo per il posizionamento dei siti e quando succede, è compito dei webmaster prendere i giusti accorgimenti per evitare che il sito precipiti agli ultimi posti dei risultati di ricerca.

Per facilitarti il compito, ti proponiamo qui di seguito alcune dritte estrapolate da questo articolo, dove sono descritti i 200 criteri utilizzati da Google per il posizionamento dei siti.

I criteri base sempreverdi riguardano:

target keyword: è importante avere le target keywords (la parola chiave principale) nel tag title del tuo sito, perché Google le utilizza per determinare l’argomento principale affrontato nella pagina. In linea generale le pagine che hanno la target keyword nel tag title hanno più successo rispetto a quelle che non le hanno;

backlinks: presta attenzione a costruire una rete di link di qualità che puntino al tuo sito. Non è semplice, ma Google premia quei siti che hanno un alto numero di backlink.

social media: cura l’aspetto social del tuo sito. Google considera anche le condivisioni su Facebook, i retweet, i pin su Pinterest… you must be social!

 

Ce ne sono poi gli altri 197; leggerli tutti richiede un certo impegno, quindi abbiamo fatto una cernita selettiva e ti proponiamo di seguito quelli ritenuti più significativi.

1) usa la keyword come prima parola del titolo;

2) usa la keyword nel dominio (ad esempio www.parolachiave.it);

3) usa la keyword nell’heading title (H1);

4) usa la keyword come prima parola dell’heading title (H1);

5) usa la keyword nelle prime 50/100 parole del testo;

6) crea un contenuto concreto e unico;

7) crea degli articoli lunghi (oltre le 400 parole);

8) scegli bene i contenuti supplementari (video, foto e altri multimedia);

9) cura la fresheness delle pagine e fai frequenti update;

10) lavora sul numero di tweets che ricevi;

11) aumenta gli estimatori della tua pagina su Facebook;

12) presta attenzione alla coerenza del sito dal quale proviene il link verso il tuo sito;

13) presta attenzione alla diversità delle fonti dei link che rimandano al tuo sito;

14) presta attenzione alla quantità e alla qualità dei link esterni;

15) presta attenzione alla qualità e al tema dei link interni;

16) scegli con cura il dominio di primo livello del sito;

17) cura l’architettura del sito e la site map;

Con questi accorgimenti l’attività di SEO per il tuo sito sarà più semplice. Se hai però qualche altra considerazione da fare, non esitare e lascia il tuo segno! #marketingbeyondlimits #MBL

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata